Ieri, 1 Luglio, il silenzio assordante di Parma contro il Bavaglio

Prima della partenza della Fiaccolata - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Ieri è stata un’altra splendida giornata di protesta, di lotta e di dissenso civile. In tutta Italia sono state fatte manifestazioni contro il DDL Intercettazioni.

Per Parma ieri è stata una giornata intera di eventi e manifestazioni che ha visto impegnati, al mattino, le sigle sindacali del comparto sicurezza e della polizia in campo contro i tagli del Governo con un presidio davanti alla Prefettura di Parma; al pomeriggio i sindacati (CGIL, CISL e UIL) insieme a molte associazioni (Udu, Popolo Viola di Parma, Liberacittadinanza, etc.etc.) e cittadini hanno presidiato sempre la Prefettura di Parma per potestare contro il DDL Intercettazioni; alla sera associazioni, sindacati, partiti, cittadini, etc.etc. con la fiaccolata per il centro di Parma e gli interventi sul palco.

I Partigiani dell'ANPI di Parma imbavagliati durante la fiaccolata - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Di più non si poteva sperare, una giornata feriale, lavorativa… per di più in un periodo caldo e di ferie. Eravamo in tanti (per la questura e i giornalisti oltre 300) e tutti motivatissimi a protestare contro un DDL che fa finta di proteggere la privacy dei cittadini ma, invece, protegge solo la casta politica del malaffare, le mafie e i criminali… insomma la solita legge porcata del Governo Berlusconi.

Una serata emozionante davvero. Una fiaccolata che si è snodata in un percorso breve ma intenso. I partigiani dell’ANPI di ieri e di oggi in testa al corteo imbavagliati con il loro tipico fazzoletto tricolore e dietro, anch’essi imbavagliati, cittadini comuni, giornalisti, avvocati, sindacalisti, politici. Tutti uniti ed imbavagliati nel silenzio assordante della fiaccolata sotto il medesimo ideale dilla difesa della Costituzione, di una giustizia e di una informazione libera!

L'intervento di Marco Federici (FNSI) - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

E’ stato emozionante ascoltare la voce flebile e commossa del Comandante Partigiano Annibale che ha salutato i partecipanti alla manifestazione e ha dato l’inizio ai lunghi e bellissimi interventi, ricevere gli abbracci e i ringraziamenti dei partigiani (a tratti imbarazzanti, perchè dovremmo essere noi a ringraziare loro che hanno dato la giovinezza per la nostra libertà e non il contrario), sentirsi ringraziare per essere impegnati nella lotta per i diritti da parte di onorevoli cittadini di Parma, vedere giovani e meno giovani fianco a fianco per manifestare il proprio dissenso e il proprio disagio. Un’altra bellissima pagina della nostra breve storia.

Un piccolo scorcio della piazza - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Ieri Parma, medaglia d’oro per la resistenza, ha dato un’altra, una ennesima prova di lotta civile e democratica. Quando c’è da metterci la faccia, impegnarsi, i cittadini Parmigiani rispondono sempre. Dalla resistenza passando per la manifestazione in difesa della Costituzione (del 30 gennaio), dalle lotte dei comitati antifascisti cittadini (Comitato Antifascista e per la memoria storica ed il Comitato Antifascista Montanara) alle lotte contro l’inceneritore per finire alla serata di ieri, Parma è sempre in prima linea per difendere i valori di Uguaglianza, Giustizia, Informazione, Lavoro e contro il Fascismo.

Sono contento e orgoglioso, pur proveniendo da un’altra città (Genova) famosa per le sue lotte per i diritti, di essere stato accettato e “abbracciato” da una città come questa.

Uno scorcio della fiaccolata - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Mi sento, infine, in dovere di ringraziare tutti i partecipanti e tutte le realtà coinvolte. Senza la partecipazione di tutti sarebbe stato impossibile creare ciò che è stato fatto ed il merito è di tutti, nessuno escluso. In particolare però ci tenevo a citare la Gabriella Manelli (Presidente dell’ANPI cittadino e Presidente del Comitato Salviamo la Costituzione), il Comandante Annibale (vicepresidente vicario dell’ANPI provinciale) e tutti i componenti dell’ANPI di Parma (Cittadina e provinciale) per il loro grande sostegno, amicizia e stima; Maria e Ferdinando sia per sopportarmi e sopportare le mie crisi di panico durante le organizzazioni degli eventi sia per il loro grande impegno e per la “pazzia” e la “dedizione” che stanno mettendo nel Popolo Viola, impegno che ha permesso la realizzazione di tutti i nostri eventi, senza di loro probabilmente non sarebbe stato possibile fare ciò che abbiamo fatto; il Comune e la Polizia Municipale di Parma che (grazie soprattutto all’impegno, alla simpatia e alla dedizione di funzionari e impiegati) ci ha permesso in 2 giorni (quando solitamente, per regolamento comunale, ci vogliono almeno dai 10 ai 30 giorni di preavviso) di avere le autorizzazioni di legge per organizzare la fiaccolata ed il palco; la Francesca che ha passato ore e ore al telefono per cercare di risolvere alcuni problemi di logistica;

I ragazzi del Popolo Viola di Reggio Emilia - Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Ilaria e Filippo, della Puzzle S.r.l., che sono riusciti a trovarci palco e attrezzature varie in tempo di record (alle 13 di ieri non eravamo ancora riusciti a trovare un palco, generatori, luci e impianto audio) e soprattutto ci hanno fornito anche l’assistenza per l’audio durante tutta la manifestazione; tutti i relatori (il Comandante Annibale -ANPI-, Paolo Papotti -ANPI-, Marco Federici -FNSI e ASER-, Marcello Frigeri -ZeroSette-, Giuseppe la Pietra -Libera-, Marco Imperato -Magistrato- attraverso la sua lettera, Marco Todeschi -CGIL- e Roberta Roberti -La scuola siamo noi-), che dal palco ci hanno fornito degli ottimi approfondimenti a 360° sul DDL Intercettazioni; i partiti che hanno accolto l’appello di non portare e sventolare le loro bandiere; Alessandro, oramai diventato nostro fotografo ufficiale e quando non può partecipare si sente la mancanza; ed infine tutti i partecipanti che hanno partecipato con un’offerta al pagamento delle spese della manifestazione, siamo riusciti a raccogliere in piazza 299,54 € (ahimè però a fronte di 541 euro di spesa).

Enrico Arillo

Fotografia di Alessandro Lo Bianco http://www.phgallery.it

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Giustizia, I nostri articoli, Informazione, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ieri, 1 Luglio, il silenzio assordante di Parma contro il Bavaglio

  1. Pingback: Manifestazione contro il DDL Intercettazioni – 1° Luglio a Parma | Il Popolo Viola di Parma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...