Lettera a Corrado Augias de La Repubblica di Derek Jones (LeG Bo) sul Nucleare

-di Derek Jones, Coordinatore Libertà e Giustizia Bologna

27/07/2010

Caro Augias,

Leggendo la sua risposta ad un lettore su La Repubblica di oggi, ho avuto l’impressione che Lei e molti dei suoi lettori non siano a conoscenza della produzione e distribuzione dell’energia elettrica oggi in Italia, nonostante le fonti di dati disponibili in rete. Non si sta polemizzando con Veronesi, si sta cercando di informare il paese che come minimo 25 miliardi di Euro saranno presi dalle tasche degli italiani per avere una quantità di energia risibile anche rispetto a quella attualmente fornita da fonti rinnovabili in Italia.

Visto che, nonostante le lettere spedite ai giornali con le fonti originali dei dati citati, la campagna pro-nucleare se ne infischia della realtà (di chi ci ricorda questa frase?). Allora, per far capire meglio a tutti, anche ai venditori di fumo, pro- o anti-nucleare che siano, fornisco qui sotto dei dati in forma grafica sulla potenza istallata e gestita in Italia oggi.

Invece, per quanto riguarda il fumo pro-nucleare sulla stampa in questi giorni, le cinque ragioni che ci fornisce il Prof. Veronesi, sembrerebbero escludere che egli possa accettare l’incarico:

1. … la scelta non è ancora fatta: non ho accettato la proposta di nomina a Presidente, ma la sto attentamente valutando. La decisione che ho preso è che, nel caso in cui accettassi, sicuramente mi dimetterei dal Senato. Lo farei non per motivi partitici, ma perché non potrei conciliare attività scientifica, agenzia e lavori in Senato….
Mi sembra che la legge obblighi un controllore a dimettersi dal ruolo di controllato, sebbene ci sono elementi dell’attuale maggioranza che tendono ad ignorare il conflitto di interessi a favore dei propri interessi privati soprattutto economici.

2. …il piano deve essere tecnologicamente avanzato, economicamente sostenibile e professionalmente gestito da figure di alto profilo scientifico e non selezionato in base a logiche di partito…
Il piano non è né tecnologicamente avanzato (userà il “vecchio” nucleare), né economicamente sostenibile (nessun ente privato investe senza la garanzia dalle tasche degli italiani), e la sola idea che questo governo possa gestire qualcosa in modo professionale con figura non selezionato in base a logiche del partito, come minimo fa sorridere.

3. …Terzo, le mie competenze in qualità di Presidente sarebbero di coordinamento degli esperti in materia di nucleare (prevalentemente fisici), con una responsabilità diretta circa la sicurezza per la salute della popolazione…
Può darsi che un medico sia la persona più adatta a coordinare dei fisici. Forse si potrebbe proporre la reciprocità, nominando un fisico a coordinare i medici di cui fa parte il Prof. Veronesi, senza arrivare alla nomina di un giocatore di cricket per coordinare una squadra di calcio.

4. …la motivazione del mio profondo interesse per la proposta è che ritengo che la scelta del nucleare sia un bene per il Paese, che amo e che vorrei vedere sviluppare in linea con gli standard mondiali più avanzati…
Gli standard mondiali più avanzati stanno facendo il “decommissioning” di un numero di centrali nucleari maggiore del numero in progettazione, i.e., nel mondo più avanzato, il numero di centrali nucleari funzionanti sta calando. In Italia non si è ancora iniziata la decomissioning delle centrali nucleari italiane dismesse perchè “non ci sono i soldi”!

…Come fonte di energia, il nucleare è al momento la meno tossica per l’uomo: il rischio collegato al suo utilizzo è quello di incidente alle centrali di produzione è calcolato vicino allo zero…
Il plutonio, elemento artificiale prodotto dai reattori nucleari, è tra le sostanze più tossiche mai conosciute all’uomo. Viene usato per fabbricare le armi nucleari ed uno dei materiali che cercano ad ottenere i terroristi per fare il cosidetto “dirty bomb” che ne spargerebbe su una popolazione inerme con l’utilizzo di esplosivi convenzionali. Bisognerebbe spedire copia del “calcolo vicino a zero” alla Casa Bianca perchè potrebbe far risparmiare soldi nella protezione armata a dozzine di centrali nucleari negli Stati Uniti.

5. …. la mia eventuale decisione a favore della nomina non cambia il mio pensiero, la mia filosofia e il mio impegno sociale. Sono legato (in alcuni casi anche iniziatore) ai movimenti che sostengono i diritti dei più deboli e dei più poveri che lottano contro l’ingiustizia sociale, che si impegnano contro gli squilibri economici (sic!), l’indigenza e la fame nel mondo, che promuovono la pace e il rispetto dei diritti umani, che agiscono a favore della questione femminile…
La lettera al Corriere del Prof. Vincenzo Balzani risponde in modo conciso a questa quinta e ultima fumata:
Lasciando perdere l’incomprensibile citazione della , veramente non capisco come un mondo nuclearizzato, con le centrali nelle mani delle nazioni tecnologicamente più avanzate che colonizzeranno quelle meno sviluppate, con una generalizzata proliferazione di armi nucleari, con una moltiplicazione di depositi di scorie radioattive da sorvegliare militarmente per migliaia di anni possa portare a ridurre gli squilibri economici, garantire i diritti dei più poveri, abbattere le ingiustizie sociali e promuovere la pace.

Qui il grafico sulla potenza istallata in Italia che dimostra la crescita dell’energia da fonti rinnovabili, la quale, negli ultimi 4 anni ha raggiunto una potenza quasi il doppio di quella promessa dai centrali nucleari tra 10-15 anni ad una frazione microscopico del costo previsto per le centrali nucleari. Il nucleare è il nano.

Non esiti di contattarmi se fossero necessarie altre informazioni.
Cordiali saluti,

Dr. Derek Jones
Coordinatore Libertà e Giustizia Bologna

Articoli correlati: https://popoloviolaparma.wordpress.com/2010/07/30/derek-jones-liberta-e-giustizia-bologna-scrive-al-popolo-viola-di-parma/
https://popoloviolaparma.wordpress.com/2010/07/29/veronesi-e-il-fascino-irresistibile-del-neutrone/

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Articoli, I vostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Lettera a Corrado Augias de La Repubblica di Derek Jones (LeG Bo) sul Nucleare

  1. Pingback: Derek Jones (Libertà e Giustizia Bologna) scrive al Popolo Viola di Parma | Il Popolo Viola di Parma

  2. vorrei poter contattare il Dott. Augias perchè penso che li piacerà setire di un programma francese che ha a che vedere con libri, e penso che lui potrebbe organizzare un programma simile sulla tv italiana, che apparte del programma suo non ci mostra un gran che !!!!!!!!!!!!!!!!!!!.2 minuti8 per un libro è una presa in giro. Come faccio a scrivere una lettera a lui…….la Repubblica non cìentra………..
    Edith Nicoiletti

  3. Per piacere mi dica come posso mettermi in contatto con il Dott. Augias……….

  4. giancarlo gullotta ha detto:

    con Augias non polemizzo. Chiamato “o’ spione” per essere stato al soldo dello spionaggio ceco a danni dell’Italia é ora chiamato “o’ copione” per aver copiato pari pari pagine di Edward O. Wilson.
    C’é da commentare ?

  5. giancarlo gullotta ha detto:

    con Augias non polemizzo. Chiamato “o’ spione” per essere stato al soldo dello spionaggio ceco a danni dell’Italia é ora chiamato “o’ copione” per aver copiato pari pari pagine di Edward O. Wilson.
    C’é da commentare ?
    NON E’ DOPPIONE DELLA STESSA PERSONA
    FORSE E’OPINIONE DIFFUSA

  6. Gianfranco Dalu ha detto:

    Che dott. Veronesi possa ricoprire il ruolo di presidente del nucleare italiano è da ritenersi del tutto fuori luogo dopo le sue affermazioni pubbliche a “che tempo che fà da Fazio” asseriva che fino ad oggi non si è verificato un caso di tumore per colpa del nucleare o delle centrali nucleari . Questa detta da un luminare è una menzogna astronomica . Sarebbe piu opportuno che dott. Veronesi dicesse la verità invece sulla impennatta dei tumori anche a livello italiano dopo l’ esplosione cernobil del 1985.
    Come possiamo oggi pensare al nucleare se ancora non sapiamo cosa farne delle scorie radioattive ?
    Come possiamo noi oggi divorare il nucleare come avviene per le altre fonti energetiche e lasciare alle futture generazioni il compito di occuparsi delle scorie radioattive.
    Non sarebbe il caso che tutti facessimo un passo indietro contro questa corsa al consumismo sfrenato senza limiti.
    Il tutto perchè dobbiamo stare al pari degli altri , ma di chi , di quelle città invivibili e senza futturo . Vedi Newjork dove d’estate è praticamente impossibile camminare sui marciapiedi perchè le gratte di acciaio dei sotterranei sono roventi perche i condizionatori in funzione 24 ore su 24 buttano fuori il cardo degli edifici plupiani e l’aria è irrespirabile.
    Dott. Veronesi è al corrente che il popolo italiano è tra quelli che a livello modiale ha la più alta concentrazione nel sangue di prodotti derivati dalla plastica?
    Perchè dott Veronesi non inizia finalmente una battaglia concretta contro l’uso della plastica per i contenitori alimentari e forse avremo anche un regredire dei tumori che tanti soldi portano alle sue già straccolme tasche?
    Quante altre cose vorrei dirgli ……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...