No Inceneritore: Una lettera alla Gazzetta di Parma da parte di una mamma preoccupata

Gentile direttore,
sono Barbara Cacciatore, e sono mamma di due bambine di 2 e 4 anni.

Già 10 giorni fa qui a baganzola girava la voce che alcuni agricoltori hanno dovuto falciare direttamente i campi di grano, perchè i “CHICCHI” risultavano “VUOTI”, e gli alberi di frutta sono scarsi di frutti se non assenti.

Chiunque si possa fare un’idea, può pensare, che forse l’inquinamento e additivi utilizzati in questi anni hanno fatto si che l’impollinazione non sia avvenuta correttamente, di API nei campi se ne vedono ormai molto poche…

Le mie preoccupazioni e perplessità maggiori, sono quindi circa l’INCENERITORE o TERMOVALORIZZATORE come qualcuno ancora impropriamente lo chiama, che si sta costruendo ad UGOZZOLO proprio nel territorio che vanta una grande tradizione alimentare e culinaria, non dimentichiamoci infatti che Parma ospita anche l’Autorita’ Europea per la Sicurezza Alimentare.

sono perplessa, oltre ad essere molto preoccupata per la SALUTE dei cittadini, ma in PRIMIS delle mie bambine e di tutta la generazione futura, PARMA città di MUSICA e ARTE possa drasticamente cambiare e subire danni non solo per l’agricoltura ma anche in tutti gli altri settori, a questo punto tre domande alla cittadinanza tutta sono d’obbligo:

1. Dove ci porterà un forno che brucerà 130.000 tonnellate di rifiuti all’anno?
2. Chi pagherà le cause dei danni che provocherà questo forno, alla salute e alle “TERRE VERDIANE”?
3. Chi guadagna e specula su quesa costruzione infernale?

Due cose sono certe, la prima è che questo forno è un grande spreco di soldi pubblici, dato che le alternative esistono e sono di gran lunga inferiore di costi, la seconda è che chi non si oppone a questo grave progetto sarà corresponsabile e ne risponderà di persona alla storia e alle generazioni future.

Cordialmente

Barbara Cacciatore

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Articoli, I vostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...