FareFuturo: Basta barzellette. Emergenza Democratica con Berlusconi

”Non sara’ un caso se nei giorni scorsi Berlusconi ha ricevuto Vittorio Feltri e Alessandro Sallusti. Cosa si sono detti? Perche’ li ha dovuti incontrare? Consigli editoriali? Un caffe’ tra vecchi amici? E’ finito il tempo delle barzellette. E anche le comiche finali devono avere un limite: di decoro, d’intelligenza, di verita’. E invece non e’ finita. Perche’ non puo’ essere ininfluente se qualcuno, un proprietario di un’azienda-partito, pretende di declinare il suo personalissimo concetto di democrazia. Una democrazia tutta particolare in cui c’e’ chi ordina e chi obbedisce, chi e’ intoccabile e chi e’ toccabilissimo. Chi ha diritti e chi no.

E non e’ nemmeno ininfluente se la legge non e’ piu’ uguale per tutti, se il garantismo vale a corrente alternata: garantisti con gli amici, giustizialisti con i nemici.

Garantisti con i condannati per mafia, giustizialisti la dove non c’e’ l’ombra di un reato”. Lo scrive su Ffwebmagazine, periodico online della Fondazione Farefuturo, il direttore Filippo Rossi.

”Cerchiamo di andare per ordine. Perche’ a forza di essere pacati, a forza di essere moderati, a forza di essere equilibrati, si rischia di non capire quel che sta succedendo davvero, si rischia di non capire la posta in gioco. Che non e’, forse e’ il caso di metterlo in chiaro una volta per tutte, una questione di poltrone. E’, piuttosto, una questione di liberta’ e di democrazia – spiega Rossi – Una questione altamente politica, della miglior politica: quella che cerca di tracciare il sentiero che porta al futuro del paese. Un futuro migliore di questa fanghiglia, di questo pantano d’interessi privati”.

Insomma, ”non puo’ essere ininfluente nella storia d’Italia – continua l’articolo – questa estate durante la quale (l’abbiamo scritto e lo riscriveremo fino alla noia) un plotone d’esecuzione mediatico agli ordini di Silvio Berlusconi, agli ordini del presidente del Consiglio, agli ordini del piu’ potente editore del paese, ha cercato di distruggere l’alleato scomodo, l’alleato che si era permesso di dire, semplicemente, ‘io non sono d’accordo”’.

”Tutto questo e’ o non e’ un problema democratico? Un’emergenza democratica? I soliti noti – conclude Rossi – risponderanno ovviamente di no, che tutto e’ normale, che tutto va bene, che tutto e’ limpido, che non puo’ essere che cosi’. Contenti del loro consenso totalitario. Noi, umilmente, non siamo d’accordo”.

Fonte: http://www.asca.it/news-FAREFUTURO__BASTA_BARZELLETTE__EMERGENZA_DEMOCRATICA_CON_BERLUSCONI-951067-POL-1.html

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Dimissioni Berlusconi, I vostri articoli, Informazione, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...