Festa della Costituzione al Fuori Orario con Diego Novelli, un successo

Ieri sera, grazie all’aiuto del Circolo Arci Fuori Orario, siamo riusciti ad organizzare una serata davvero unica ed intensa.

Il Comitato Salviamo la Costituzione di Parma (di cui noi del Popolo Viola, insieme a tantissime altre associazioni, siamo tra i fondatori) e l’analogo comitato di Reggio Emilia hanno avuto il piacere di festeggiare la nostra Carta Costituzionale insieme a Diego Novelli (Ex sindaco di Torino e giornalista) e a Carlo Cornaglia (Giornalista satirico de “Il Misfatto”) oltre che a tanti tanti cittadini.

L’ex sindaco di Torino ha espresso un concetto chiarissimo e che sta alla base del nostro operare all’interno del Comitato; la Costituzione Italiana non va difesa solo per moda o per protesta verso Berlusconi ma bisogna effettuare un percorso culturale ed umano più ampio e più alto. Per poter davvero difenderla e rendere l’Italia finalmente una nazione democratica è necessario 1) Conoscerla (leggerla e capirla) 2) Difenderla dagli attacchi dei politici di turno 3) Attuarla.

E’ troppo facile difenderla senza conoscerla, schierarsi con la nostra Carta per colpire Berlusconi e il Berlusconismo per poi dimenticarla nel momento in cui cade il tiranno di turno. La nostra Costituzione, però, costituisce la base della nostra Democrazia, al suo interno ci sono tutte le linee guida e i principi più alti per uno stato sociale, democratico, vivibile: Lavoro, Uguaglianza, Giustizia, Informazione e Cultura e sono questi principi che dobbiamo difendere. I governi che si sono succeduti in questi ultimi decenni (destra e sinistra) hanno mantenuto pressochè intatta la prima parte però, con leggi assurde, l’hanno svuotata e in questo momento la Costituzione Italiana è “solo” un bel libro con tante belle parole ma “vuote”. Quante leggi hanno fatto sì che l’art. 1 (L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.) fosse solo sulla carta e basta (uno dei motivi per cui il 16 Ottobre saremo tutti a Roma al fianco della FIOM-CGIL)? Quante leggi hanno leso e hanno reso “inoffensivo” l’art. 3 nel primo comma (Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.)? E’ mai stato attuato seriamente il secondo comma dell’art. 3 (E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.)?

Sono queste le domande che ci dobbiamo porre e soprattutto a cui dobbiamo rispondere prima di agire. Difendere la Costituzione non è un atto puramente “conservatore” come vogliono far credere ma significa, se fatto seriamente, “innovare”/”riformare”/”rivoluzionare” lo Stato Italiano. Ed è per quello che, come Comitato Salviamo la Costituzione di Parma, non vogliamo solo conservare la Carta Costituzionale ma vogliamo spingere chi di dovere ad attuarla. Atturla significa fare riforme che rendano la nostra repubblica realmente fondata sul lavoro (art.1); che rimuovano gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano la libertà e la eguaglianza dei cittadini (art.3); che riconoscano a tutti i cittadini il diritto al lavoro e che promuovano le condizioni che rendano effettivo questo diritto (art. 4); che promuovano lo sviluppo della cultura, della ricerca scientifica e tecnica (art.9); che riconoscano il diritto dei lavoratori a collaborare nella gestione delle aziende (art. 46); che rendano l’arte e la scienza libere e soprattutto libero l’insegnamento (art.33); che tutelino il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni, che curino la formazione e l’elevazione professionale dei lavoratori (art. 34); che ripudino totalmente la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di rsoluzione delle controversie internazionali (art. 11); che portino tutti i Cittadini ad essere fedeli alla Repubblica e soprattutto ad osservare la Costituzione e le leggi così come costringano i Cittadini a cui sono affidate funzioni pubbliche ad adempierle con disciplina ed onore (art. 54); etc.etc.

E’ questo, a mio avviso, il punto di partenza per creare realmente (e finalmente) un’alternativa al Berlusconismo (che oramai sta colpendo anche a sinistra)!

Ha ragione Diego Novelli quando dice che non è necessario, per un’alternativa, un librone di 500 pagine di programma di governo che nessuno leggerà mai e nessuno comprenderà mai (lasciando quindi libero spazio ai governicchi del “profitto personale”); è sufficiente partire prendendo in mano la Costituzione e portando avanti i principi in essa contenuti.

Vi invito pertanto a leggere attentamente la Costituzione (la potete trovare e scaricare qui: https://popoloviolaparma.wordpress.com/documenti/la-costituzione-italiana/), ed è questo il motivo che ci ha spinto, ieri sera, a consegnare a tutti i partecipanti una copia della Costituzione (donata dall’ANPI di Salsomaggiore Terme). Attività che speriamo di portare avanti ancora moltissime volte.

Enrico Arillo

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Difesa della Costituzione, I nostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Festa della Costituzione al Fuori Orario con Diego Novelli, un successo

  1. Pingback: Festa della Costituzione al Fuori Orario con Diego Novelli, un …

  2. paolaguagneli ha detto:

    la manifestazione di fiom cgil non c’entra niente anche cisl tutela i lavoratori; occorre dialogo e compartecipazione alle decisioni delle aziende per evitare la fuga in altri stati più allettanti , condividendo utili e difficoltà…basta con la separazione padroni e lavoratori…

  3. Pingback: Festa della Costituzione al Fuori Orario con Diego Novelli, un successo « Enrico Arillo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...