Incontro con Scalfari

Caro amico, cara amica,

a distanza di 8 mesi da quando veniva presentato alla città il “gridodallarme” dall’Università di Parma, che anche tu unitamente ad altri 537 tra professori, studenti, uomini di cultura e democratici hai sottoscritto, i tanti eventi che si sono purtroppo succeduti nella vita politica italiana confermano e, se possibile, amplificano le preoccupazioni che ci avevano mossi a lanciare questo appello.

E’ continuato infatti il tentativo di svuotamento della Carta costituzionale nei diritti fondamentali dei cittadini e la messa in pericolo della nostra democrazia, come pure l’azione di delegittimazione del Parlamento, del Capo dello Stato, della Corte Costituzionale e della Magistratura; la scuola, l’università, la ricerca, il diritto allo studio sono stati affossati ed umiliati dai tagli indifferenziati e da improvvide riforme.

Ma soprattutto, negli ultimi mesi, il paese sembra trascinato sempre più a fondo unitamente alla parabola discendente del Presidente del Consiglio, ossessionato dalla ricerca di una impunità rispetto ai suoi guai giudiziari, che tiene bloccati il Parlamento ed il governo a fronte dei problemi drammatici del paese, delle famiglie, dei giovani.

Così è scoppiata la bolla del miracolo berlusconiano, con la verità sui rifiuti di Napoli e l’emergenza terremoto, con l’emergere di una corruzione sistematica riservata agli amici degli amici, con l’utilizzo spregiudicato del killeraggio mediatico contro avversari e dissidenti, da ultimo, con lo squallore morale dello stile di vita dell’uomo che dovrebbe rappresentare l’Italia ed essere di esempio e guida ai giovani.

In questi mesi ci siamo impegnati per estendere l’Appello nelle altre università, a coinvolgere gli studenti con una grande assemblea, a promuovere una lezione magistrale del Prof.Antonio D’Aloia sulla Costituzione quale “vangelo laico” per tutti, a partecipare attivamente alle iniziative in difesa dell’Università, della ricerca e del diritto allo studio nonché alle manifestazioni del Comitato “Salviamo la Costituzione”.

Alla stessa stregua siamo sicuri che ciascuno dei firmatari di altre città, nel proprio ambito di vita e di lavoro, abbia continuato ad operare per tener viva la speranza di ricostruire un paese normale.

In questo mese inizia la serie di conferenze “I grandi testimoni”, con l’incontro di

Eugenio Scalfari
Giovedì 11 novembre 2011, alle ore 17,30 – Aula Magna dell’Università
“Difendiamo la Costituzione e la democrazia per salvare il Paese”.
Dialoga con lui Maurizio Chierici.

Nell’invitare chi può ad essere presente, ci impegniamo a comunicarvi sollecitamente le prossime iniziative; stiamo costruendo un nuovo sito e una news letters , che ci consentiranno anche lo scambio di idee per la convergenza su obiettivi comuni. Auguri di buon lavoro

I promotori del Gridodallarme

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Difesa della Costituzione, I vostri articoli, Le nostre battaglie, Prossimi eventi e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Incontro con Scalfari

  1. pierluigi lasala ha detto:

    Ottime iniziative!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...