La stampa estera: “Berlusconi è alla frutta, l’Italia in confusione”

-di Andrea Salimbeni, Giornalettismo.com-

Sui giornali del mondo il nostro paese appare preda di un tumulto senza fine.

L’Italia è in ebollizione, così il nostro paese, in questi giorni di ordinaria follia, appare sulle pagine della stampa estera. Sono stati giorni di manifestazioni pro e contro il presidente del consiglio, che ad ogni modo non hanno portato risultati degni di un significato politico. Cortei in piazza o no, la situazione è rimasta la stessa. Finalmente però, dopo giorni diberlusconi bandana La stampa estera: Berlusconi è alla frutta, lItalia in confusione confusione, di cambiamenti ed interventi più o meno moderati, domani si voterà. Il voto per la fiducia, ultimo scoglio da sorpassare per Silvio Berlusconi, decreterà le sorti di questo governo. Un fallimento che, agli occhi di tanti giornali europei e non solo, è in qualche modo già avvenuto.

SEMPRE PEGGIO – Dai file pubblicati da Wikileaks, agli scandali dei party che hanno reso celebre la famosa “Ruby”, alla ormai costante e diffusa presenza della mafia tra i parlamentari, l’immagine del nostro presidente del Consiglio e della politica italiana sembra essere compromessa. Antonio Di Pietro ha puntato il dito sulla corruzione che già potrebbe essere entrata tra le poltrone del Parlamento. Secondo il leader dell’ IDV si è tentato di comprare i voti di alcuni parlamentari da parte dell’attuale governo, una mossa disperata alle porte delle votazioni per la fiducia che si terranno domani. El Mundo scrive del fallimento della manifestazione pro-Berlusconi che si è tenuta ieri, un fallimento non da poco che non lascia a presagire niente di buono per le votazioni. Gli italiani intanto rimangono in preda alle carambole lessicali e politiche. Una confusione non solo per i cittadini ma anche per il governo stesso, che ad un solo giorno dal voto, vede nel verdetto finale, un esito totalmente incerto. “Il destino di Berlusconi è appeso ad un voto”, titola The Indipendent. Il capo del Governo però, nel discorso che si è tenuto questa mattina, si dichiara ottimista per il risultato di domani. “In questo particolare momento per il nostro paese, dobbiamo trovare il modo di restare tutti insieme e rimanere uniti– ha dichiarato il presidente del consiglio – abbiamo bisogno di una cooperazione istituzionale politica ampia, abbiamo bisogno di tutto tranne che di una crisi al buio, senza alternative valide al campo politico”. Una calma stupefacente quella dimostrata da Silvio Berlusconi che, pur trovandosi agli sgoccioli di una lotta, ormai stretto all’angolo, mostra al senato quanto grande è il suo amore per il proprio paese.

CONFUSIONE – Ma il baratro è vicino, la BBC come anche El Mundo esprimono la propria perplessità nei confronti del futuro governo italiano. Il premier si mostra ottimista, ma senza avere le basi per esserlo, Gianfranco Fini già da tempo ne annuncia il crollo e continua a farlo anche nelle dichiarazioni degli ultimi giorni. Saranno giorni difficili per la politica italiana, che per riconquistare almeno un po’ di stima tra le righe della stampa estera, dovrà faticare ancora molto. “Se si dovesse andare alle votazioni, il premier potrebbe ricandidarsi-spiega l’Indipendent – ma la sua salute e la sua ormai bassa popolarità, potrebbero portarlo con facilità al fallimento”. “Nel centro-sinistra – chiude El Mundo – sono tuttavia molti, secondo i quali, grazie ai voti comprati, il Premier potrà uscire vittorioso da questa crisi di governo”. Un’altra testimonianza di come appare all’estero la nostra politica. Corruzione, instabilità, falsità, ma soprattutto, grande grandissima confusione.

Fonte: http://www.giornalettismo.com/archives/103536/berlusconi-italia-stampa-estera/

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Dimissioni Berlusconi, Giustizia, I vostri articoli, Informazione, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La stampa estera: “Berlusconi è alla frutta, l’Italia in confusione”

  1. anna ha detto:

    Pur condividendo quanto affermato in questo articolo, mi sembra comunque doveroso precisare che i paesi dei giornali esteri citati non navigano certo in acque molto più calme delle nostre. La crisi politica che sta vivendo l’Italia, non è solo il segnale di una crisi nazionale, ma un ulteriore campanello d’allarme di un ben più diffuso caos internazionale, in cui la gente non sa più a chi appoggiarsi per continuare a sperare in un futuro miglioramento per la propria vita e per quella dei propri figli, che almeno nel “caso Italia” si stanno vedendo portare via ogni mezzo per potere essere protagonisti nello sviluppo del proprio paese.
    Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...