Un appello agli aderenti al “Gridodallarme”

Agli aderenti al “Gridodallarme”

Le ragioni che avevano spinto docenti della Università di Parma e di altre città italiane, studenti ed uomini di cultura a lanciare un “gridodallarme” per il degrado sociale, politico e morale in cui è stato condotto il nostro paese, permangono purtroppo attualissime.

Le ultime vicende della compravendita dei parlamentari segnalano il livello più basso a cui è stato svilito il nostro Parlamento, la sede massima di rappresentanza del popolo italiano.

Questo mentre i giovani, con una nuova consapevolezza e serietà chiedono risposte precise di una politica alta per garantire i diritti essenziali dello studio, del lavoro, della ricerca e della libertà di manifestazione e di espressione della propria opinione.

Il governo trasforma questo malessere sociale e politico in problema di ordine pubblico ed evoca provvedimenti come il Daspo o addirittura gli arresti preventivi di mero stampo fascista, che contrastano con gli articoli 16 (libertà di circolazione), 17 (libertà di riunione) 27 (responsabilità penale personale) della nostra Costituzione.

Per questo noi riteniamo anche di condividere quanto deciso dal Comitato “Salviamo la Costituzione” che nella recente Assemblea riafferma “l’importanza della diffusione della cultura costituzionale, l’ esigenza di modifica di una legge elettorale che è in contrasto aperto con lo stesso concetto di democrazia, poiché tra l’altro impedisce ai cittadini di scegliersi i propri rappresentanti, ed auspica che ogni futura modifica abbia come primo scopo quello di rimettere la legge elettorale nei binari della Costituzione; e che sia accompagnata dalla messa in sicurezza della Costituzione (revisione dell’articolo 138) che l’Associazione ha fin dalla nascita auspicato.”

Per questo all’inizio del nuovo anno promuoveremo iniziative volte ad una maggiore conoscenza della Costituzione, mentre manifestiamo personalmente e come gruppo la nostra vicinanza attiva a studenti, ricercatori docenti e giovani che lottano per i loro diritti contro la riforma Gelmini.

Siamo certi che tutti i sottoscrittori del “gridodallarme” saranno uniti nel sostenere questi impegni e con tale consapevolezza formuliamo ad ognuno l’augurio di pace e serenità e il raggiungimento di una nuova dignità per il nostro Paese.

Per il gruppo dei Promotori del “Gridodallarme”
Umberto Squarcia- Carlo Mambriani- Bruno Adorni- GrazianoVallisneri- Luigi Menozzi- Annamaria Cavalli – Giuseppe Papani

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Cultura - Educazione, Difesa della Costituzione, I nostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...