Perchè nell’anno dei 150 anni dell’Unità d’Italia è importante difendere la Costituzione?

Quest’anno ricorre il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia ma purtroppo c’è poco da festeggiare.

Di quell’Italia unita, a cui tante donne e uomini hanno donato la vita, non è rimasto che un cumulo di cenere. Tanti anni sono passati e si vede. L’Italia è unita solo geograficamente, sulla carta ma nulla più e non ci sono più neanche le tracce degli alti ideali di uguaglianza e rispetto dei cittadini, onestà e dignità di chi ricopre funzioni pubbliche.

C’è poco da festeggiare, dicevo, ma piuttosto c’è tanto da ricostruire e la Costituzione Italiana possiede gli unici mattoni adatti a questo scopo.

Il lavoro; la scuola pubblica e la sua educazione per formare individui autonomi, liberi, dotati di spirito critico; l’uguaglianza; la pari dignità sociale di tutti i cittadini sono le uniche strade, gli unici mezzi che abbiamo a disposizione per rifondare l’Italia repubblicana e democratica e fugare ogni rigurgito dittatoriale. Ed è proprio quello che Berlusconi&C stanno cercando di distruggere. Non a caso sono stati messi in discussione proprio gli articoli 1 (lavoro), 3 (uguaglianza, pari dignità), 4 (lavoro), 9 (ricerca scientifica), 21 (libertà di espressione), 32 (salute e testamento biologico), 33 (scuola pubblica), 34 (scuola privata senza oneri per lo stato), 40 (diritto di sciopero), 41 (iniziativa economica privata), 104 (indipendenza della magistratura), 107 (I magistrati si distinguono fra loro soltanto per diversità di funzioni), 112 (obbligo dell’azione penale), etc.etc.

La dittatura berlusconiana trova terreno fertile in questa Italia martoriata e narcotizzata da più di vent’anni di televisione spazzatura; dove il modello del furbo ha sovrastato e cancellato il modello del giusto; dove la cultura non è più un pregio ma un difetto; dove l’apparire trova più consensi dell’essere.

Per questo sono convinto che il modo migliore per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia sia quello di Resistere con la Costituzione in mano, chiedendo a gran voce, non solo, che non venga smembrata, ma anzi che venga finalmente attuata.

Enrico Arillo

Fonte: http://enricoarillo.wordpress.com/2011/03/04/perche-nellanno-dei-150-anni-dellunita-ditalia-e-importante-difendere-la-costituzione/

Informazioni su Enrico Arillo

Sono nato a Genova nel 1979 e vivo, dal 2005, in provincia di Parma. Dal 2005 sposato con Monica, una ragazza meravigliosa. Sono iperattivo al limite del dispersivo. E ho fatto/faccio mille cose contemporaneamente talvolta anche con discreti risultati. Da sempre appassionato di calcio (con una piccola carriera dal 1994 al 2000 nelle giovanili del Genoa), di politica, di scienze e di protezione civile. Dal 2001 al 2006 volontario in Protezione Civile e responsabile antincendio boschivo a Genova con, all'attivo, numerose emergenze nazionali e locali. Dal 2003 al 2009 nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco con qualifica di Vigile Volontario (oltre 600 giorni di servizio all'attivo). Dal 2003 consulente informatico con Partita Iva; docente di informatica presso aziende, scuole e privati; e animatore scientifico presso mostre e laboratori del Festival della Scienza di Genova. Dal 2007 ho ottenuto il titolo di Dottore in Geologia (Vecchio Ordinamento) e mi sono occupato anche di insegnamento di scienze nei licei (supplenze). Nel 2009 ho conseguito, dopo corsi ed esami, l'attestato per Tecnico Ambientale. Dal 2009 mi occupo anche di politica, ed in particolare di coscienza critica, con il Popolo Viola di Parma. Dal 2010 ho l'onore di essere nel direttivo cittadino dell'ANPI di Parma e collaborare con Libera Parma. Dal 2010 collaboro con il Settimanale ZeroSette di Parma e alcuni blog (Il Popolo Viola di Parma, Il Popolo Viola, Il Popolo Unito, Articolo 21) con articoli relativi alla politica locale e nazionale e di scienze.
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Difesa della Costituzione, I nostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Perchè nell’anno dei 150 anni dell’Unità d’Italia è importante difendere la Costituzione?

  1. Pingback: Perchè nell’anno dei 150 anni dell’Unità d’Italia è importante difendere la Costituzione? « Enrico Arillo

  2. ayed ha detto:

    i centocinquanni quacuno li desidera dalla nostra liberta,prima di arrivare il dittatore con i mille miliardi di tasse che deveva di tasse a questa republica condonati da craxi e tornato a posta da hammamet come presidente del consilio con un decreto legge non e una cosa bella ,quei miliardi dobbiamo pagarli adesso noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...