Prima che diventi un albergo: lettera aperta al sindaco Vignali

QUALE FUTURO PER LA BIBLIOTECA CIVICA?

Parma, 28 marzo 2011

Egregio Signor Sindaco,
il comitato Leggere tra le ruspe è formato da cittadini e utenti che hanno a cuore la situazione e il destino del plesso bibliotecario di vicolo Santa Maria, meglio conosciuto come biblioteca Civica*.

Ma di che biblioteca stiamo parlando? A leggere la sequenza di dichiarazioni e articoli che la riguardano, pare di avere a che fare con due biblioteche Civiche…
Una è quella immaginaria. Si è spostata in questi anni in diversi luoghi della città: dalla (ennesima) struttura in ferro e vetro prevista nel parco Ducale, all’edificio degli ex-
Stimmatini in via D’Azeglio, fino agli spazi lasciati liberi dopo il forzato trasferimento degli Archivi di Stato e Comunale nei capannoni, omeglio, nei magazzini comunali di via
La Spezia.

Il progetto della biblioteca che si vuole realizzare e che dovrebbe essere affidato all’architetto Guido Canali, è inserito nel Project Financing dell’Ospedale Vecchio e non è
ancora disponibile: sappiamo, sempre dalle dichiarazioni della Sua amministrazione, che sarà un “polo bibliotecario internazionale”. Non possiamo giudicare un progetto sulla base di dichiarazioni: possiamo comunque porre alcune domande.

  1. Quante risorse economiche saranno necessarie per implementare, a cinquanta metri dalla preesistente, questa nuova sede?
  2. Quali saranno i tempi per lavori così importanti?
  3. Gran parte dei locali si troverà a piani alti. Si è pensato a come risolvere i problemi di accessibilità, da parte di anziani e disabili, a queste strutture?
  4. Come verrà utilizzata la Crociera dell’Ospedale Vecchio? Le sue dimensioni fanno presumere problemi legati al riscaldamento e alla rumorosità di un ambiente così vasto,nell’impossibilità di una sua compartimentazione, che sarebbe fatalmente snaturante.
  5. Inoltre: è motivo di orgoglio per la Sua amministrazione l’aver “restituito alla cittadinanza” la Crociera. L’avere per decenni custodito e messo a disposizione di ogni cittadino che volesse consultarle le millenarie memorie della città, l’aver ospitato studiosi da ogni parte d’Italia e del mondo, non era una più che degna funzione per questo luogo?
  6. È previsto che nella nuova sede venga accorpata la biblioteca internazionale “Ilaria Alpi”, inaugurata nel febbraio 2009: è lecito avere dubbi sulla lungimiranza mostrata da questa amministrazione riguardo alle politiche bibliotecarie?
  7. Nei prossimi mesi sarà inaugurata nei pressi delle “Torri dei Paolotti” in via D’Azeglio la nuova biblioteca di Lettere: è lecito chiedere che la presenza di due plessi tra loro distanti duecento metri debba essere pensata secondo una logica di dialogo e integrazione?
  8. Per concludere: mentre le aree sud (i quartieri Cittadella, Vigatto) e nord (San Leonardo, Cortile San Martino) di Parma, abitate da decine di migliaia di persone, sono attualmente sprovviste di una pur piccola biblioteca di quartiere, è legittimo pensarne una enorme a pochi metri, come detto, da quella già esistente?

Noi ci preoccupiamo della biblioteca reale, quella che rischia di diventare un albergo.

Il Project Financing prevede che il 44% dell’Ospedale Vecchio sia dato in concessione per 29 anni all’impresa Pizzarotti, che si occuperà del suo recupero: il progetto prevede un albergo nell’edificio settecentesco che ospita la Civica.

Questa, con un patrimonio di più di 110.000 libri e documenti, coi suoi numerosi e affezionati utenti – nell’anno passato più di 8.000 – che continuano a frequentarla
nonostante i disagi (rumori, polveri, infiltrazioni di fango nei locali) arrecati dai lavori per l’adiacente parcheggio sotterraneo di via Kennedy, è una biblioteca “aperta” e vitale, il cui personale, nel complesso disponibile e competente, fornisce un servizio prezioso ai cittadini di Parma, agli stranieri, ai numerosi studenti fuori sede, agli anziani e agli adolescenti.

Noi sosteniamo che la Civica debba restare nella sede che la ospita da più di trent’anni: si tratta di un luogo di aggregazione spontanea importante per il quartiere Oltretorrente e per la città, in una posizione al contempo centrale e tranquilla, nel cui cortile vengono ospitati da anni concerti, presentazioni, eventi culturali: tutti, rigorosamente, gratuiti.

Crediamo che su QUESTA biblioteca si debba investire: potenziando il servizio (ridotto, di recente, con la chiusura serale del primo piano**), con orari di apertura consoni ad una città universitaria europea e con il recupero del secondo e del terzo piano, attualmente non aperti al pubblico.

Crediamo che la più grande biblioteca comunale e in generale il tessuto bibliotecario della città abbiano la priorità rispetto ad una politica culturale spesso legata a grandi – e dispendiosi – eventi.

Crediamo che un patrimonio comune non debba essere sacrificato in nome del profitto.

Chiediamo a tutti i soggetti coinvolti nel Project Financing di riconsiderare i propri piani sulla base delle reali esigenze della cittadinanza.

In attesa di una Sua risposta, La ringraziamo per l’attenzione.

Comitato Leggere tra le ruspe

*Il plesso ospita, oltre alla Civica, le biblioteche “U. Balestrazzi” e “A. Bizzozero”, l’Emeroteca, la Tana dell’Orso.
**Servizio sospeso dal 27 gennaio 2010. Se pensiamo che l’apertura serale del primo piano al mercoledì e al giovedì rendeva disponibile la consultazione di decine di migliaia di volumi ed era garantita dalla presenza di una persona per sei ore a settimana, non riteniamo accettabili giustificazioni legate ai tagli al settore cultura.

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, I vostri articoli, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Prima che diventi un albergo: lettera aperta al sindaco Vignali

  1. frenk pistone ha detto:

    Non serve a nessuno un nuovo albergo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...