Un altro giorno nero per la Repubblica

Mentre il Presidente del Consiglio fa lo show a Lampedusa, i suoi parlamentari, senza alcun pudore o remore di coscienza civile, rinnegando le promesse della riforma epocale della giustizia, fanno un blitz alla Camera, per votare subito la 38ma “legge ad personam” che, con la prescrizione breve, estinguerà i suoi tre processi insieme ad altri centomila. Per fermare il quarto, che lo vede imputato di concussione e prostituzione minorile, sono pronti a votare la risoluzione basata su una plateale menzogna, di aver creduto che Ruby fosse la nipote di Mubarak.

Ormai non si fermano davanti a niente e non si fermeranno. Hanno spaccato il Paese in due, hanno costretto gli italiani a una sorta di guerra civile, hanno tolto il futuro ai giovani, stanno svalutando la cultura e l’autentico spirito imprenditoriale, stanno cercando di colpire a morte la Costituzione e le fondamenta stessa dell’unità d’Italia e della solidarietà umana, instaurando una implacabile dittatura della maggioranza.

Hanno innalzato il privilegio di uno a valore assoluto, hanno ingannato la buona fede di cittadini di ogni credo politico, compresi gli elettori della Lega illusi da false promesse. È venuto il momento, per tutti noi cittadini che crediamo nella partecipazione, di trasformarsi da spettatori in attori: che ognuno faccia la sua parte nelle strade e nelle piazze della democrazia.

Non bastano i comizi, serve informare e convincere, diffondere tutte le notizie che le tv pubbliche e private controllate da Berlusconi cancellano o mistificano.

Per questo il gridodallarme propone di costituire a Parma, con tutti i movimenti, le associazioni, i partiti che sono impegnati nella difesa della democrazia e della Costituzione, un Coordinamento permanente a sostegno di tutte le attività di questa nuova Resistenza.

A nome del gruppo “Gridodallarme”
Marcello Acquarone- Bruno Adorni- Anna Maria Cavalli- Caterina Bonetti- Marco Fallini- Ezio Ferrari- Corrado Chierici- Monica Cocconi- Carlo Mambriani – Luigi Menozzi- Umberto Squarcia- Carlo Quintelli-Graziano Vallisneri

Fonte: http://gridodallarme.wordpress.com/2011/03/31/un-altro-giorno-nero-per-la-repubblica/

****************************************

Il Popolo Viola di Parma condivide in toto ed è disponibile, sin da subito, alla Costituzione del Coordianamento Permanente proposto dagli aderenti al Gridodallarme.

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Difesa della Costituzione, Dimissioni Berlusconi, Giustizia, I vostri articoli, Informazione, Lavoro, Le nostre battaglie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un altro giorno nero per la Repubblica

  1. ayed ha detto:

    ragazzi andate avante noi cittadini onesti e con la coscenza a posto evoliamo benea questo paese siamo con voi andate avante e che dio ci protegge

  2. Pierluigi Lasala ha detto:

    Sono d’accordo, purchè sia effettivamente aperto ai cittadini e non rappresenti l’ennesimo “circolo” (cioè “cerchio chiuso”) alle solite persone e i cittadini sono chiamati solo a fare numero, come è successo fino ad ora con tutte le formazioni di opposizione che sono nate “spontaneamente”. Va bene il coordinamento, ma occorre una più larga partecipazione alle decisioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...