La giusta indignazione cancellata dalla violenza

Le macchine che bruciano, le manganellate, i lacrimogeni e quelle poche decine di violenti (che hanno tenuto in ostaggio centinaia di migliaia di persone), non sono certo l’immagine e i contenuti della manifestazione che gli indignati di tutto il mondo, ma soprattutto dell’Italia e di Roma, avevano in mente per questa giornata.

Oggi 15 ottobre 2011 le giuste e sacrosante rivendicazioni di cittadini esasperati da un futuro incerto fatto di crisi sociale, economica e lavorativa, sono state cancellate nella memoria collettiva da dissennati e deprecabili gesti di furore e violenza fine a se stessa. Fatti che vanno condannati sempre e comunque, e che non rappresentano in nessun modo l’agire pacifico dei movimenti di protesta, tra cui il nostro, riunitisi oggi a Roma.

E’ giusto sottolineare l’orrore di questa giornata da condannare; ma non dobbiamo dimenticare tutte le persone di diversa estrazione sociale e lavorativa, diversa età anagrafica, diversa ideologia politica che oggi volevano dare un segnale a tutta la classe politica e dirigente del nostro paese e che avevano intenzione di manifestare pacificamente un malcontento profondo. Persone che hanno diritto di esprimere le proprie opinioni e di essere ascoltate da tutti. Persone che rivendicano una politica sociale incentrata sul lavoro, ridistribuzione delle ricchezze e certezze per un futuro dignitoso. Persone che oggi sono state zittite dalla violenza e che domani, speriamo, trovino i giusti spazi per far conoscere a tutti il loro pensiero e i motivi della loro indignazione. Lo 0,01% non deve cancellare il 99,99%.

Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Comunicati Stampa, Cultura - Educazione, Dimissioni Berlusconi, I nostri articoli, Informazione, Le nostre battaglie, Uguaglianza dei cittadini e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La giusta indignazione cancellata dalla violenza

  1. Iselin ha detto:

    likely your things with regard to it La giusta indignazione cancellata dalla violenza | Il Popolo Tenor-viol di

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...